L’amata Mita, a metà ammattita, mise metà matita e la matita in tasca.

Sette acciughette se ne stavano strette strette nelle scatolette… poverette!