Non importa se scommettiamo sul cavallo sbagliato. L’importante è che non scegliamo un asino.

A differenza del lettore di libri, quello dei giornali vuole sempre sangue fresco.