Dovremmo essere come le nuvole: persone leggere e spensierate ma in grado di sopportare il peso della pioggia e il frastuono dei tuoni.

È sempre chi soffre di più a dare forza agli altri.